partenza tramNon ci vuol nulla

A piangere dei drammi altrui non ci vuol nulla,

Basta riconoscerli come propri.

Con stille di tabacco incastrate in rimmel biancastro

Si inspira tristezza, si soffia tremore.

E resta l’orrore di una pagina vuota

Del retro di un libro

Chiuso, finito.