“Quella cosa incredibile da farsi per una donna, attraversare il mare e passare dal vecchio mondo al nuovo mondo per raggiungere il suo amante. Quella cosa io la farò.” Adèle Hugo, 1862, diari.


Non è l’irruenza, né il desiderio e nemmeno l’atto travagliato di un animo indomito ciò che mi colpisce di questa frase; è la verità che esprime così sfacciatamente. La figlia di Victor Hugo vive un amore totale – alcuni direbbero totalizzante – che la spinge a lasciare la casa paterna e a raggiungere un amante già perso. Il suo, però, non è un semplice gesto contro le convenzioni sociali o la mancata approvazione dei suoi genitori; non vuole solo compiacere l’amante: attraversa il mare perché non ne può fare a meno. La potenza di questa frase, che ancora adesso mi lascia sgomenta, sta nella devastante semplicità con cui Adèle compie un atto sincero. Continua a leggere su Cakemania