Dovrei smetterla di provare ricette nuove quando devo sfamare gli amici. Prima dovrei vedere come vengono e solo dopo, nel caso, offrire.
Dovrei smetterla di fare tante cose, ma proprio non ce la faccio: ci provo sempre. Il dramma, comunque, non è pensare o fare cose con cui non sono minimamente d’accordo, è che cerco di ingannarmi da sola, peraltro riuscendoci sempre benissimo.
E così, memore di uno dei miei pasticci più grandi (un giorno, forse narrerò quest’episodio della mia vita, il mondo adesso non è pronto), cerco una ricetta on line per dei semplici muffin al cioccolato, non voglio niente di complicato: devono essere semplici. Cerco per circa due secondi buoni e la trovo proprio qui. Questa volta mi sono ripromessa di seguire alla lettera tutto: procedimento, dosi, ingredienti. Così, come prima cosa, aumento il cacao amaro e aggiungo le gocce di cioccolato fondente. Se devo abbinarli al gelato alla vaniglia, dovranno essere più cioccolatosi che mai, no?
E via sbatto, incorporo, amalgamo. E mi beo, ah se mi beo. L’odore della cioccolata, il suo colore. Avrei voglia di immergere la mano, invece prendo un cucchiaio e verso negli stampini. L’attesa è minima, il risultato ottimale, poi la scoperta: secchi, asciutti. E’ proprio vero che non è tutto cioccolato quello che luccica.

Da cucinare per abbassare la nequizia lavorativa
Ingredienti per 12 muffin: 200 gr. di farina 00, 6 cucchiaini di cacao amaro, 200 ml di latte parzialmente scremato, 1 bustina di lievito, 2 uova, 100 gr di zucchero di canna, 4 cucchiaini di olio di semi, un cucchiaino di bicarbonato

Annunci