Sono fritta o meglio sarete fritti voi (o forse sarà fritto il mondo?) se poi i parti della mia mente (malata o che comunque bene non sta) si trasformeranno veramente in un libro.
Sì, avete letto bene: libro.
Dissapore si è fatto promotore dell’iniziativa Scrittori verdi fritti al salone del libro di Torino a cui ho partecipato e vinto con la mia idea. Un ricettario (ma va?) per l’esattezza. Diverso però: ricette letterarie che riporteranno il procedimento non in maniera puntuale ma metaforicamente.
Vi dice qualcosa?
Ho proposto una versione libresca di questo mio blog e non è una cosa così facile e immediata.
Dietro Chocolate Tales c’è stata una decisione editoriale precisa: ho scelto la narrazione piuttosto che la riproduzione o trasposizione di ricette, ma un blog non è un libro. Diversi sono i media, diverse sono le grammatiche.
Ringrazio di cuore Lorenza, Dissapore e gli editor che hanno criticato e apprezzato la mia idea.
Ora viene la parte più difficile.
Sono decisamente fritta.