La cosa più razionale è affermare che tutta la vita si riduca a un insieme di probabilità. Ma che brutto pensare così.
Allora pensiamo al Destino. Era destino che nascesse questo grande amore tra me e lui. Ah, ci ha fatto incontrare o separare – anche se adesso è crudele – sempre il destino, sui cui è tracciata la nostra vita.
Che brutto, due persone si amano perché è stato deciso così?
Si amano perché entrambi erano in una fase della loro vita in cui erano propensi ad avere una relazione, pronti, aperti. Quindi era probabile che l’uno si interessasse all’altro.
Ma ancora una volta non è bello. Allora parliamo di Fortuna. Ma la Fortuna si sa, va aiutata. La devi “creare”. Ma se la crei allora aumentano le tue probabilità di riuscita.
Cavolo, ho detto ancora probabilità.
Va bene, allora crederò nel Caso. Che è un pò come dire probabilità, ma suona meglio.
La semantica è tutto.

Ricetta consigliata a chi crede nel destino o a chi è fortunato:

Calzunced del destino