Difficile dire dove finisco io e inizi il grottesco o quanto di me non lo sia. Fatto sta che me ne resto in piedi, mentre gli altri sono seduti in cucina e mi guardano. Eccola, la mia ribalta.

Sbuff…sbuff…sbuff…

Il pollo si sta cuocendo in una padella ben coperto da acqua, alzo il coperchio e verso i pomodorini schiacciati, l’origano, il sale e il peperoncino. Mantengo la fiamma bassa e chiudo il coperchio, lasciandolo lì a sobbollire.
Mi volto verso il mio pubblico, faccio un passo in avanti, non ne posso fare di più altrimenti andrei a sbattere: in avanti contro la sedia e di lato contro il forno. Per fortuna è spento. Con la grazia che da sempre mi contraddistingue misuro il mio palco, abbasso la testa e la scuoto.

Eschvmnemmmm.

Sbuff…sbuff…sbuff…

Mi passano un bicchiere di rosso e finalmente mi siedo. “Brindiamo alle novità”. Sperando che ci siano, delle novità. Alzo il calice e mi concendo un lungo sorso, lasciando che i miei amici mi prendano in giro. “Probabilmente sei tu. Ti piace troppo essere single”.
Come negarlo? Ha i suoi bei vantaggi. Anche se ogni tanto farebbe piacere incontrare gente interessante con cui parlare. Parlerei per ore, io.

Sbuff…sbuff…sbuff…

Non mi sono mai piaciuti gli uomini di poche parole e nemmeno i narcisi, troppo pieni di sé per mettersi in discussione.

“Ma quando ci parlerai di un uomo normale?”

Sbuff…sbuff…sbuff

Tolgo il coperchio per aiutare il sugo ad addensarsi, verso delle olive nere denocciolate e giro il pollo. Sorrido ai miei amici. L’odore comincia a farsi strada nello stomaco. Il pollo si è colorato di un dorato chiaro: i pomodorini hanno rilasciato il loro sole facendo splendere il peperoncino tritato. Il sugo raggiunge la giusta consistenza, non mi piacciono le cose troppo brodose. Spengo e servo in tavola.

“Non più farfugli o dei in terra?” chiedo.
“Sì, persone normali”.

Gli altri cominciano a mangiare. Rimbocco il bicchiere e per un attimo ci penso. Forse ci spero. Ma poi cosa metterei in scena per il mio pubblico?

Da cucinare per ridere di noi stessi e di quello che ci succede:

L’uomo che farfuglia alle donne

Ingredienti: sovracosce di pollo, pomodorini datterini, origano, sale, peperoncino, olive nere denocciolate, olio d’oliva e acqua.